La politica europea della Regione Tirolo

I rapporti con le normative e le istituzioni dell’Unione Europea sono diventati normalità negli svariati ambiti di vita dei tirolesi. L’Austria e il Tirolo contribuiscono a plasmare il futuro dell’Europa.

Per la regione Tirolo questo non comporta la rinuncia ad elaborare posizioni politiche proprie, bensì piuttosto rappresenta uno stimolo a propugnare gli interessi dei suoi cittadini ed a impegnarsi per la loro attuazione a livello regionale, nazionale ed europeo.

L’appartenenza dell’Austria all’Unione Europea offre anche al Tirolo la grande opportunità di rimodellare i rapporti con le altre regioni dopo la caduta delle vecchie linee di divisione. Tramite una procedura coordinata si possono elaborare congiuntamente soluzioni a problemi che riguardano in egual misura tutti le regioni che compongono l'Euroregione, quindi Tirolo, Alto Adige e Trentino.

Gli effetti della globalizzazione rendono evidente che il futuro appartiene ad un’Europa sovranazionale unita e alle regioni. Di conseguenza, la risposta ai deficit legati alla capacità di risoluzione dei problemi nazionali è da ricercarsi nell’integrazione europea, dato che gli attori coinvolti nel circuito economico dispongono di margini d’azione di cui prima, in quanto membri di piccole economie nazionali, non potevano usufruire. Dall’altro canto le regioni, come unità venutesi a creare nel corso della storia, sono alla portata dei loro abitanti e contribuiscono a potenziarne il senso di identità.

Il consistente impegno della politica europea del Tirolo per gli abitanti di questa regione e per il loro spazio di vita deve essere strutturato in modo tale da essere condiviso e perseguito dal maggior numero di persone possibile. Agire sul posto ma pensare in una dimensione europea non deve rappresentare un contrasto incompatibile, quanto piuttosto una proficua simbiosi.