Storia

Le prime testimonianze di insediamento nell'area del Tirolo risalgono al tardo neolitico, a partire da quest'epoca vi sono prove che il Tirolo fosse abitato dall'uomo. Il Tirolo è divenuto ben presto un ponte fra il Nord e il Sud, un anello di collegamento fra due aree culturali. Si tratta di una funzione che il Tirolo riveste ancora adesso, e che ha coniato la storia della regione. La Via Claudia Augusta, che collegava la parte meridionale della Germania al Norditalia, passava attraverso il Tirolo.

Nel XIII sec. il conte goriziano Mainardo II unificò i vari diritti di sovranità a sud e nord del Brennero e istituì la Contea del Tirolo. Nel 1363 Margarethe Maultasch cedette la Contea del Tirolo ai duchi asburgici Rodolfo, Alberto e Leopoldo d'Austria. Da quel momento il Tirolo entrò a far parte dei territori ereditari della casa d'Asburgo.

Già verso la fine del Medioevo i contadini liberi, che quindi non erano servi della gleba, erano la norma.

Nel 1511 l'imperatore Massimiliano I con il cosiddetto editto "Landlibell" istituì un ampio ordinamento per la difesa territoriale che in gran parte restò valido sino al 1918. Tale ordinamento prescriveva che il contingente militare tirolese doveva prestare servizio soltanto all'interno dei confini della regione e unicamente a scopo di difesa.

Fino al tardo sec. XVIII gli Asburgo rispettarono la costituzione e il diritto, che avevano avuto origine nella Contea del Tirolo. Solo più tardi il Tirolo dovette piegarsi al ruolo di territorio imperiale governato da Vienna. Nel 1805 vi fu la cessione del Tirolo alla Baviera, che revocò la costituzione della regione, aumentò le tasse, introdusse la riforma ecclesiastica e il reclutamento obbligatorio per il servizio militare. Nel 1809 il popolo, capeggiato da Andreas Hofer, si ribellò alla Baviera e liberò per tre volte la regione, ma dopo sei mesi fu costretto ad arrendersi al predominio della Baviera. Il capo della rivolta, Andreas Hofer, è ancora oggi oggetto di ammirazione per molti Tirolesi. Dopo la prima guerra mondiale alcune parti del vecchio Tirolo furono cedute all'Italia.

Archivio regionale del Tirolo

Nell'archivio regionale del Tirolo (in lingua tedesca) sono conservati interessanti documenti delle autorità tirolesi, che sono accessibili al pubblico. I dipendenti dell'archivio sono a disposizione per consulenze su questioni storiche. Un'ulteriore mansione espletata dall'archivio è la ricerca di documentazione storica e la pubblicazione dei risultati nella collana "Tiroler Geschichtsquellen".