La legislazione regionale

Storia dell’evoluzione della legislazione regionale in sintesi

L’istituzione dei rappresentanti nel consiglio regionale del Tirolo, i cosiddetti "Tiroler Landstände", che oggi sono i membri del parlamento regionale, risale alla costituzione tirolese ai tempi del conte Mainardo II (1258 - 1295). Nel famoso documento delle libertà ("Freiheitsbrief") del 28.1.1342 si trova un riconoscimento scritto. I rappresentanti della regione erano costituiti dalle alte cariche ecclesiastiche, dai nobili, da cittadini e contadini.

Il termine "Landschaft" per indicare i "Landstände" fu usato per la prima volta nel 1363 nel contratto di cessione del Tirolo agli Asburgo.

Nel corso del XV e XVI secolo vennero indetti ancora numerosi consigli regionali, mentre dopo il 1650 si fece ricorso solo di rado alla convocazione dell’intero consiglio. Nel periodo dell’assolutismo fino al 1790 il consiglio della regione non fu mai convocato. Dopo le guerre napoleoniche, nel 1816, i "Landstände" vennero ripristinati. Fu però solo con la costituzione del 1848 che il consiglio regionale tornò a godere della propria autorevolezza, seppur come portavoce della rappresentanza popolare tramite i partiti votati.

Dopo la prima guerra mondiale, in data 8 novembre 1921, il consiglio regionale venne istituito nell’ambito del nuovo ordinamento della regione Tirolo come organo legislativo e, dopo la seconda guerra mondiale, il 15 giugno1946, fu presa la decisione di creare un nuovo ordinamento della regione Tirolo.

... Versione integrale della storia della legislazione del Land